Guida alla pulizia dei lavandini

Ciascuno di noi, prima o poi, si trova a doversi occupare dell’igiene della casa; e in cucina, oltre a quella dei fornelli, è essenziale occuparsi con estrema cura della pulizia lavandini, sia per ragioni igieniche, come dicevamo, che per validi motivi estetici. Ma siamo sicuri di sapere come pulire al meglio il nostro lavandino? La perfetta tecnica di pulizia di questo oggetto dipende dal materiale di cui è composto: scopriamo insieme i metodi migliori per avere dei risultati impeccabili!

I lavandini in pietra stanno diventando sempre più popolari, per motivi estetici: il loro effetto visivo è sicuramente di pregio. Sotto il profilo della loro pulizia, è essenziale tenere conto della loro caratteristica porosità: questa rischia di far formare delle macchie se dei liquidi penetrano troppo a fondo nella superficie del lavandino, ed è quindi importante pulirle spesso e con regolarità. Nel dettaglio, poi, il procedimento varia a seconda se il lavandino sia di granito o di marmo. Nel primo caso sarà meno poroso,e la pulizia regolare sarà impeccabile anche soltanto usando una spazzola morbida e del normale sapone, o detergente per piatti; nel caso del marmo, invece, occorrono detergenti appositi, e si deve prestare grandissima attenzione ad evitare il contatto della superficie con acidi di qualsiasi tipo – inclusi i normali succhi degli agrumi, sufficienti a corroderla.

Molto più facile, invece, pulire i lavandini in rame: basterà una soluzione di detergente leggero e acqua tiepida, accompagnata di tanto in tanto da appositi detergenti per mantenere la finitura lucida: bisognerà solo avere l’accortezza, per evitare le macchie, di asciugare sempre subito la superficie con un panno. Ancora più semplice sarà occuparsi dei lavandini in acciaio inossidabile, dove un normalissimo lavaggio con detergente per piatti e acqua, seguito da un’accurata asciugatura, sarà sufficiente a mantenere per decenni un aspetto eccellente. Per finire parliamo brevemente dei lavandini in vetro, che stanno facendosi sempre più diffusi: sono solidi e facili da pulire con normalissimo sapone, e per eliminare qualunque macchia e mantenerli perfetti potremo usare, occasionalmente una soluzione di acqua e aceto.