Scaldabagni gas a camera stagna: installazione

Ormai sono circa di 10 milioni le famiglie che hanno scelto il riscaldamento individuale per mezzo degli scaldabagni gas a camera stagna o aperta e tuttavia, nonostante il già elevato numero, sono in continua crescita e non accennano a fermarsi.Uno dei problemi fondamentali quando si va a scegliere e comprare uno degli scaldabagni gas a camera stagna o aperta, è l’installazione.

Nelle abitazioni dove le necessità di avere scaldabagni gas a camera stagna sono elevate (vari bagni che funzionano contemporaneamente, vasca idromassaggio, ecc.), sono consigliabili le caldaie di una categoria chiamata “ad accumulo” che garantiscono un flusso d’acqua abbondante, seppur limitato alla capacità del serbatoio.
Gli scaldabagni gas a camera stagna sono particolarmente adatti per la combustione di gas metano, gas di tipo liquido e aria propanata (ovvero miscelata con ariapropano a 50% – 50 % per volume). Si possono classificare nella versione scaldabagni gas a camera stagna (come già detto) ma a cneh a camera aperta eo d’accumulo, ed ora persino nella loro più nuova versione da esterno.

Per quanto ne consegue l’installazione, le caldaie degli scaldabagni gas a camera stagna possono essere di due tipi: quelle normali, che possono essere istallate ovunque in quanto si montano sulla parete allo stesso modo dei mobili pensili e rappresentano la scelta migliore per un appartamento di pochi locali, e quelle a basamento, che si potranno comodamente installare invece sul pavimento, e saranno dotate di una potenza più elevata della media e consentiranno una maggior produzione di acqua. Sono parecchio indicate per abitazioni medio-grandi o per villette.
L’installazione di queste caldaie è possibile soltanto per sostituire un impianto dello stesso tipo già presente presso l’abitazione e, comunque, l’installazione di questi apparecchi non può avvenire nei bagni o nelle camere da letto.

Una volta superato lo scoglio dell’installazione degli scaldabagni gas a camera stagna, non resterà che mettere in funzione il suddetto marchingegno ed usufruire dei suoi benefici.